Giornata internazionale pizza

17 gennaio, Giornata internazionale della Pizza Italiana

Sapori dal mondo 17/01/2021  By  Erika Bagnato

Il 17 gennaio si celebra la giornata internazionale del piatto più amato dai grandi e piccini in tutto il mondo: la pizza!

Questa giornata internazionale è stata istituita nel 2017, lo stesso anno in cui la pizza è stata proclamata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO per la Protezione Culturale Immateriale.


Come viene celebrata la giornata internazionale della pizza?

I ristoranti di tutto il mondo festeggiano questa giornata creando versioni più creative contemporanee della pizza più popolare, la margherita con l’obiettivo di mostrare l’evoluzione di una ricetta storica nel tempo e nello spazio.

Giornata internazionale pizza

In questa edizione l’Associazione Verace Pizza Napoletana (Avpn) ha deciso di celebrare il Vera Pizza Day, Giornata Mondiale della Vera Pizza Napoletana, in occasione della Festa di Sant’Antonio, patrono dei pizzaioli napoletani.
Presso la sede Avpn di Napoli si terrà l’evento accompagnato dalla tradizionale accensione del “fuoco” di Sant’Antonio che comprendono 24 ore di diretta streaming con 15 masterclass gratuite tenute dai rappresentanti Avpn di 13 nazioni, in 12 lingue differenti. Le tematiche trattate in questo evento saranno l’impasto, stesura e cottura della pizza per dare vita alla vera pizza napoletana. Non solo a Napoli verrà celebrata in questo modo ma anche altri paesi come Melbourne, in Australia, e poi da Oriente a Occidente, seguendo il sorgere del sole, ai pizzaiuoli del Giappone, Corea, Thailandia, Russia, Egitto, Turchia, Polonia, Francia, Spagna, Brasile e Usa. Il tutto è seguito da un importante convegno durante il quale saranno coinvolti i principali player dell’universo pizza.
Questo evento oltre a far conoscere al mondo le caratteristiche della vera ed inimitabile pizza napoletana ha l’obiettivo di raccogliere fondi per la realizzazione di un’opera celebrativa dell’arte del pizzaiolo napoletano realizzata dal Maestro Lello Esposito che sarà il simbolo tangibile del riconoscimento Unesco, avvenuto nel 2017, de “L’Arte tradizionale del pizzaiolo napoletano” come patrimonio immateriale dell’umanità.

Anche il Gruppo virtuale dei cuochi italiani (Gvci) ha deciso di preparare contemporaneamente in tutti i continenti questo delizioso piatto simbolico italiano.

Giornata internazionale pizza

La storia della pizza

La pizza è il piatto simbolo della gastronomia italiana ma anche uno degli alimenti più popolari e diffusi nel mondo ed anche uno dei più antichi. Fin dall’antichità, pezzi di focaccia condita veniva servita come pasto semplice adeguato per chi non poteva permettersi piatti troppo costosi. A Napoli, però, alla fine del XVII secolo, nasce la pizza come la conosciamo noi oggi! Napoli era diventata una delle città più grandi ed in continuo sviluppo d’Europa e, per molto tempo, le pizze venivano vendute nelle bancarelle alle vie della città ma erano disprezzate perché associate alla povertà, infatti venivano spesso denominate “disgustose” soprattutto dai visitatori stranieri. Grazie ad una visita della Regina Margherita di Savoia nel 1889 tutto cambiò: fu proprio in onore della Regina Margherita che il pizzaiolo Raffaele Esposito creò la Pizza Margherita, nome derivato proprio dall’omonima regina. La pizza rappresenta la bandiera italiana: il verde del basilico, il bianco della mozzarella, ed il rosso del pomodoro.

Fino ai primi del 900 la pizza e le pizzerie italiane furono una particolarità napoletana ma successivamente iniziarono a diffondersi in tutta Italia creando anche diverse tipologie oltre alla margherita come la napoletana, marinara, capricciosa, 4 stagioni, diavola e tantissime altre ancora. Grazie agli italiani emigranti, la pizza fu diffusa ed amata anche in tutto il resto del mondo!

Giornata internazionale pizza

L’Italia, inoltre, è entrata nel Guinness World Record del quale è stata pubblicata e messa in vendita l’edizione 2017 con l’impresa della ‘Pizza più lunga del mondo’ realizzata il 18 maggio 2016 a Napoli, giorno in cui 5 forni a legna appositamente progettati e costruiti esclusivamente per l’occasione, riuscirono a cuocere 1853,88 metri di pizza.

La passione per la pizza è diventata planetaria e con la diffusione si sono moltiplicati le versioni più inimmaginabili, da quella hawaiana con l’ananas a quella di pollo fino alle banane secondo le diverse tradizioni culinarie.

Giornata internazionale pizza

Insomma, questa giornata è dedicata ad uno dei piatti più simbolici e più gustosi italiani che nessuno, in ogni parte del mondo, può farne a meno!

Ti è venuta fame vero?




Bagnato

Vuoi saperne di più su questo tema? Non esitare a contattarci!