Centro Recupero Namibia

Il Centro di Recupero di animali in Namibia


In Africa vi sono diverse fondazioni impegnate tramite la ricerca e l'istruzione locale nella conservazione a lungo termine della fauna selvatica.

Vi portiamo in Namibia per conoscere la Fondazione AfriCat nella Riserva Naturale di Okonjima.


La Fondazione AfriCat

Dalla sua fondazione nel 1991, la missione di AfriCat è stata quella di dare un contributo significativo alla conservazione, cercando nel contempo di garantire la sopravvivenza dei predatori della Namibia nel loro habitat naturale. Per questo motivo la fondazione intraprende attività di ricerca, sostegno della comunità e progetti di educazione ambientale, nonché lavori di conservazione per riabilitare i carnivori come il ghepardo.

Centro Recupero Namibia

Perchè la Fondazione AfriCat si trova in Namibia

La Namibia copre 824.300 km2 e ospita 1000 leoni, il 25% della popolazione mondiale di ghepardi e leopardi, cani selvatici, iene marroni e maculate. Fino ad adesso la bassa popolazione e gli ampi spazi hanno mantenuto un equilibrio ma è stato valutato come necessario un intervento per garantire il futuro di questi predatori.

Nello specifico, la Riserva naturale privata di Okonjima è un ecosistema di 22.000 ettari autosufficiente ed unico al centro del paese che è riuscito a fornire nel corso degli anni preziose informazioni comportamentali e scientifiche sui grandi felini, sui folidoti, sull’oritteropo, sulle iene e rinoceronti. La posizione della Fondazione AfriCat nel cuore della riserva privata di Okonjima è perfetta per favorire le ricerche ecologiche su specie rare e in via di estinzione, quali il leopardo e le iene brune, volte infine a produrre delle linee guida per la gestione delle specie.

Centro Recupero Namibia

Progetti di salvaguardia animale

La Riserva Naturale di Okonjima è dedicata alla conservazione di specie rare e in via di estinzione per questo collabora con un team internazionale di veterinari che conducono ricerche volte a garantire la salute di questi animali. 

Diversi sono i progetti a salvaguardia animale:

  • Ecologia dei grandi carnivori in riserve chiuse: le recinzioni nelle riserve mutano l’ecologia della specie che si trova costretta a mutare le proprie abitudini, quali i processi di immigrazione ed emigrazione. Per questo la Fondazione studia il modo di garantire la persistenza di queste specie a lungo termine nella riserva.

  • Protezione dei folidoti: il traffico illegale di questi animali è diventato allarmante, quindi la Fondazione AfriCat sta attuando una ricerca sull'ecologia della specie per creare delle linee guida di gestione, conservazione e protezione.

  • Impatto climatico: il cambiamento climatico ha influenzato negativamente l’agricoltura, indicendo sulla crescita delle piante e quindi di formiche e termiti. Tale siccità ha causato un impatto su diversi animali, quale l’oritteropo, modificando le abitudini. La Fondazione AfriCat quindi si sta impegnando ad esaminare tali cambiamenti climatici per salvaguardare gli animali influenzati.

  • Grandi carnivori in cattività: i ghepardi e leopardi residenti nell'AfriCat Carnivore Care Center sono stati inclusi nella ricerca a lungo termine istituita con collaborazioni interenazionali sulla salute dei carnivori in cattività.

Centro Recupero Namibia

Programmi

La Fondazione AfriCat organizza inoltre diversi piani di educazione ambientale per i giovani per fargli comprendere l’importanza della conservazione della specie e del mondo che ci circonda. Tale programma fa parte di un piano più ampio rivolto a persone di qualsiasi età e background in Namibia volto a fornire una piena consapevolezza di tutte le questioni ambientali, e in particolare quelle che coinvolgono in queste terre la contrapposizione tra gli allevatori e agricoltori del territorio e quella dei grandi carnivori del paese.

Le tematiche affrontate dal programma di formazione sono : 

  • educazione ambientale e di sensibilizzazione

  • promozione alla tolleranza ai carnivori 

  • incoraggiare a pratiche di vita sostenibili 

  • sviluppo di conoscenze, abilità e competenze di azione 

  • metodi di gestione dell'agricoltura e del bestiame

Sono inoltre sviluppati progetti comunitari specifici a contribuire il miglioramento economico delle famiglie con il conseguente impatto graduale ma costante della riduzione della povertà e dell'aumento delle competenze.

Centro Recupero Namibia

Visitare questo centro

Visitare questa Fondazione è possibile tramite tour organizzati o su misura che prevedono soggiorni all’interno della riserva. Vi consiglio dunque il tour perfetto che prevede al suo interno tale visita: Namibia in Libertà con Charme. 

Un tour che prevede il soggiorno all’Okonjima Plains Camp, un camp progettato per onorare la storia dell'allevamento del bestiame della famiglia Hanssen . Con le sue camere che offrono viste maestose sul tramonto, è una lussuosa destinazione per i safari africani nel cuore della Namibia, ideale per la fotografia naturalistica e famosa per i suoi avvistamenti di ghepardi, iene marroni e leopardi.

Le mattine iniziano presto con visite accompagnate da guide esperte concludendosi con safari nel bosco di acacie alla ricerca di leopardi all’imbrunire.

Centro Recupero Namibia

Vorreste organizzare un viaggio per visitare la Fondazione AfriCat? Rivolgiti ad African Explorer, il tour operator italiano specializzato in viaggi in Africa dal 1972!




Giacchino

Vuoi saperne di più su questo tema? Non esitare a contattarci!